SICUREZZA A 360°

SICUREZZA A 360°

TIROOPERATIVO.IT INAUGURA, CON STOP THE BLEED ITALIA, I CORSI DI GESTIONE DELLE EMORRAGIE MASSIVE Al TSN MILANO

Spesso si parla e si scrive di innalzare il livello di sicurezza nel maneggio delle armi ma nella realtà tale auspicio deve, per trovare concretezza, essere esteso: sicurezza ovunque, aumento delle possibilità e della qualità di intervento ove serve.

Sicurezza, dunque, a 360°, con particolare attenzione ai contesti caratterizzati da un livello di rischio accentuato.

Il mezzo migliore per garantire la sicurezza delle persone? La preparazione, che si articola in diverse aree di lavoro: studio, analisi dei fattori di rischio generali e specifici di determinati contesti o attività, individuazione dei metodi e dei mezzi più appropriati, addestramento, pianificazione, preventiva e puntuale, in occasione di ogni sessione a fuoco o in operazione.

In questo caso il fattore di rischio riguarda in generale i traumi da incidente e, in particolare, quelli derivanti dall’utilizzo delle armi da fuoco, potenzialmente letali.

Uno dei pericoli maggiori? Le c.d. “emorragie massive”, di cui ci siamo occupati tempo fa quando Tirooperativo.it ospitò, al TSN Milano, il primo seminario B-Con di Stop The Bleed Italia riservato agli operatori di polizia

STOP THE BLEED – SAVE A LIFE: SEMINARIO A MILANO

Ci si riferisce ad un pericolo serpeggiante, tanto banale per quanto riguarda le dinamiche di incidente quanto grave per quanto concerne l’entità delle eventuali ferite, che in certi casi possono provocare la morte in brevissimo tempo.

La cronaca quotidiana, come abbiamo in precedenza riportato, è tristemente ricca di notizie di incidenti letali e, fino a poco tempo fa, in riferimento al nostro Paese, alcuni han lamentato una generale carenza di approfondimenti a riguardo, soprattutto in termini di prodotti formativi.

In prospettiva storica il problema, con particolare attenzione al mondo estraneo a quello tradizionale del soccorso, è stato affrontato dall’iniziativa statunitense nota col nome di “Stop the Bleed”, approdata anche in Italia.

Sulla base dei risultati ottenuti in occasione dell’esperimento di Gennaio la dirigenza di Tirooperativo.it ha ritenuto utile consentire anche ai civili di accedere a questo particolare prodotto didattico ed è stato fissato, per il giorno 19 maggio, il primo appuntamento dedicato al grande pubblico.

Il programma è articolato, in linea di massima, in sei punti:

  • Elementi di base di anatomia e funzionamento dell’apparato circolatorio
  • Riconoscimento del trauma
  • Messa in sicurezza ed approccio al ferito
  • Gestione delle emorragie massive
  • Applicazione del tourniquet e del bendaggio israeliano
  • Esercitazioni pratiche

Per informazioni potete scrivere a formazione@tirooperativo.it

Straight-Shooting.com sostiene questa iniziativa in quanto, riteniamo, si tratti di una misura estremamente utile a salvaguardare la vita in condizioni che, generalmente, comportano un grave restringimento delle tempistiche di intervento, tale a volte da rendere vano l’operato di soccorritori non in diretto contatto con le vittime dei traumi.

Le conoscenze apprese sono poi utili in un ambito estremamente vasto, che supera per estensione quello del maneggio delle armi rispetto al quale tale corso costituisce una risposta specifica a determinati elementi di pericolo: il rischio delle emorragie massive è legato ad una moltitudine di contesti, da quello sportivo a quello lavorativo, da quello delle attività all’aperto a quello domestico.

Tirooperativo.it dimostra, ancora una volta, di essere all’avanguardia in Italia per quanto concerne la formazione, anche culturale. Non basta essere sicuri al poligono: occorre essere sicuri ovunque, sempre.

Leave a Comment